Arrestate dalla Polizia due giovani donne per traffico di cocaina, sequestrata sostanza stupefacente e 78.000 euro in contanti

La cocaina sequestrata

La Polizia di Stato ha arrestato due giovani donne, B.A. e B.M., in quanto ritenute responsabili, in concorso tra loro, del reato di traffico di sostanze stupefacenti del tipo cocaina con l’aggravante di aver trafficato un ingente quantitativo della predetta sostanza stupefacente.

Nel pomeriggio di lunedì 12 settembre, durante i servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nel quartiere San Giorgio, personale della Squadra Mobile – Sezione “Antidroga” ha effettuato un mirato servizio di osservazione nei pressi di un’abitazione in cui, nei giorni precedenti, era stato segnalato un andirivieni di persone sospetto.

Durante l’attività di osservazione, ad un certo punto gli operanti notavano giungere una giovane donna alla guida di un’autovettura Nissan Qashqai di colore bianco, in seguito identificata in B.M., la quale, una volta scesa dall’autovettura, accedeva all’interno dell’abitazione monitorata aprendo il portone d’ingresso con la chiavi. La donna usciva dall’abitazione dopo pochi istanti e si rimetteva alla guida dell’autovettura, venendo pedinata a distanza dagli operanti che, poco dopo, la fermavano sottoponendola ad un controllo, al termine del quale la donna veniva trovata in possesso di un involucro sottovuoto contenente 13 grammi di cocaina occultato in una pochette di colore nero.

A quel punto i poliziotti della Squadra Mobile – Sezione “Antidroga” perquisivano l’abitazione di San Giorgio da cui era uscita la donna, la quale non risultava risiedere in quella casa, bensì presso uno stabile ubicato nei pressi di piazza Palestro. Nel corso della perquisizione dell’abitazione di San Giorgio, che risultava essere la dimora di un’altra giovane, B.A., presente in quel momento all’interno della casa, gli agenti della Sezione “Antidroga” rinvenivano, occultati in un armadietto posto nel garage dell’abitazione, 6 kg di cocaina suddivisi nei classici “panetti” che venivano posti in sequestro.

La somma rinvenuta

In seguito al rinvenimento dell’ingente quantitativo di cocaina, i poliziotti della Sezione “Antidroga” perquisivano anche l’abitazione di B.M. nei pressi di piazza Palestro, all’interno della quale rinvenivano, occultati dentro due scatole di scarpe poste nell’armadio della camera da letto della donna, la somma di 78.000 euro in contanti, in banconote di diverso taglio, che veniva posta in sequestro poiché ritenuta provento dell’illecito traffico di ingenti quantitativi di cocaina commesso dalle due donne.

Pertanto, le due donne sono state arrestate in quanto ritenute responsabili, in concorso tra loro, del reato di traffico di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, con l’aggravante di aver trafficato un ingente quantitativo della sostanza stupefacente, e, espletate le formalità di rito, sono state associate alla Casa Circondariale di Catania – Piazza Lanza ed alla Casa Circondariale di Messina – Gazzi a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Nella giornata di ieri 15.9.2022, in sede di convalida dell’arresto e del sequestro della cocaina e del denaro, il G.I.P. del Tribunale di Catania ha applicato alle due donne la misura della custodia cautelare in carcere.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*