Caro bollette, Cia Sicilia Occidentale: “Stop a bonus, servono interventi strutturali”

“Diciamo stop a bonus e soluzioni tampone che servono solo a mitigare in parte e nel tempo i gravi disagi causati alle rincaro di bollette e costi di produzione generalizzato, incontrollato e frutto di speculazione. La Cia Sicilia Occidentale è scesa in piazza oggi, insieme con decine di altre sigle datoriali e sindacali, proprio per chiedere con forza interventi strutturali che possano risolvere davvero, e soprattutto a lungo termine, la grave crisi che si è innescata nel settore agroalimentare. Bisogna sostenere la produzione e frenare il trend inflazionistico che sta mandando in picchiata il potere di acquisto di carburanti, energia, fertilizzanti, mangimi, che vede tra l’altro le imprese agricole italiane più penalizzate rispetto ai nostri competitor europei. E bisogna guardare il problema a 360 gradi e intervenire anche sul potere di acquisto delle famiglie, sostenendo i consumi”.

Lo dichiara a margine della manifestazione “Diamo luce alla Sicilia. Stop al caro energia”, Camillo Pugliesi, presidente della Cia Sicilia Occidentale, presente all’iniziativa con una nutrita delegazione.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*