Giuseppe Castiglione (“Grande Catania”) chiede di ripulire le tre spiagge libere della Plaia

La spaggia libera n.3

Intervenire ora sulle spiagge libere del viale Kennedy a Catania per non farsi trovare impreparati con l’inizio della stagione estiva. Mancano circa 3 mesi all’apertura ufficiale delle strutture, che da giugno fino a settembre accoglierà ogni giorno migliaia di catanesi, ma già da tutta la città piovono le richieste per riqualificare i tre siti perfettamente accessibili per chiunque. Impianti che, complice le belle giornate delle scorse settimane, sono frequentati da decine di cittadini e turisti che vogliono prendere il sole. Persone che lamentano un litorale trasformato in una pattumiera a cielo aperto dove mancano i servizi più elementari e dove non mancano invece gli atti vandalici e il degrado.

“In qualità di Capo gruppo di “Grande Catania” – sottolinea Giuseppe Castiglione – ribadisco che in una delle zone a forte vocazione turistica la situazione resta allarmante. Perchè, oltre al litorale, bisogna intervenire pure sul viale Kennedy. Una questione che non ricade nella diretta competenza di Palazzo degli Elefanti ma non per questo l’Amministrazione deve restare con le mani in mano. Per queste ragioni chiedo al Sindaco Bianco di attivarsi ora con un piano di lavoro a breve, medio e lungo periodo per dare ai catanesi tre spiagge degne di questo nome. Luoghi dove si possa raggiungere il mare senza fare lo slalom tra rifiuti di ogni tipo. Vanno garantiti quindi impianti sicuri e al riparo dai continui atti vandalici che hanno distrutto strutture in cemento, bagni e spogliatoi. Un banco di prova per una zona che continua a non essere adeguatamente illuminata e che poi è isolata e frequentata da soggetti poco raccomandabili, sopratutto la sera”.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*