Denunciato e multato dalla Polizia, in viale Mario Rapisardi, venditore abusivo di frutta e verdura

Intervento della Polizia

Nel corso della mattinata personale dipendente ha intensificato i controlli finalizzati al contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, riscontrando una più intensa movimentazione di veicoli e di persone, probabilmente dovuta al miglioramento delle condizioni metereologiche, dopo la pioggia che per diversi giorni si è abbattuta sul capoluogo etneo.

Ben 197 le autodichiarazioni acquisite, con 11 persone sanzionate ai sensi dell’art. 4 co. 1 del D.L. n° 19/2020, 1 persona denunciata per il reato di false attestazioni e dichiarazioni sulla propria identità e, in un caso, anche per detenzione di sostanze stupefacenti oltre la modica quantità: 20 grammi di marijuana, infatti, era detenuta dalla persona sottoposta al controllo di Polizia.

Durante il transito in Viale Mario Rapisardi, nelle prime ore della mattinata è stata immediatamente notata la presenza di un venditore abusivo di frutta e verdura, il quale, con diverse cataste di merce poste dinanzi alle vetrine di un supermercato è stato sottoposto a controllo e, nella circostanza, ha reagito in maniera inurbana. Infatti, una volta invitato a esibire il documento identificativo, l’uomo ha inveito contro i componenti dell’equipaggio e, per dar sfogo alla rabbia causata dal controllo esperito nei suoi confronti, ha scaraventato letteralmente in aria della frutta, opponendo resistenza al personale in divisa che, dopo dopo un po’, pur se faticosamente, è riuscito a riportarlo alla calma. L’uomo è stato, successivamente, denunciato per il reato di oltraggio e resistenza a P.U. e sanzionato ai sensi del D.L. n. 19 del 25 Marzo 2020. La merce abusivamente venduta, per un totale di circa 45 cassette di frutta e verdura, è stata sequestrata e acquisita da personale della Polizia Annonaria, che ha provveduto ad organizzare un’immediata donazione di tutti i prodotti alimentari alla Caritas Diocesana di Catania

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*