“V.818” è la sigla della nuovissima vedetta costiera assegnata alla Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza

La Vedetta

Il 9 luglio è stata consegnata alla Sezione Operativa Navale di Catania, sulla base di un piano di ammodernamento della flotta, già avviato da tempo da parte del Comando Generale, la nuova vedetta costiera “V.818” del Cantiere Navale “FB DESIGN S.r.l.” 

La vedetta assegnata alle fiamme gialle etnee, reparto alle dirette dipendenze del Reparto Operativo Aeronavale di Palermo, risulta essere una piattaforma navale realizzata dal Cantiere Navale “FB DESIGN S.r.l.” di Arnone Brianza (LC), di lunghezza f.t di 16 metri, con una propulsione ad elica assicurata dall’impiego di 2 motori IVECO FPT da 1000 HP, capaci di fornire una velocità massima di 54 nodi.

Le dotazioni della nuova unità navale sono garantiti dai più avanzati sistemi tecnologici di telecomunicazione e scoperta in uso al Corpo che le permettono di assicurare un impiego con elevata efficacia e flessibilità nei molteplici scenari operativi e di garantire, grazie all’ottima tenuta al mare per gli alti standard di costruzione, un maggior confort di navigazione con particolare attenzione alle condizioni di lavoro per il personale ivi imbarcato anche con mare formato.

Il Prefetto visita la Vedetta

La nuova vedetta costiera della classe 800 sarà impiegata nelle attività di controllo svolti dalla polizia economico-finanziaria nelle acque prospicenti il capoluogo etneo, ma sarà utilizzata pure per servizi di vigilanza finalizzati al contrasto delle attività illecite anche a corrispondenza delle più recenti competenze esclusive di Polizia del mare a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica (decreto Madia).

Nella mattinata di oggi, 14 luglio, il Prefetto di Catania S.E. Claudio Sammartino, alla presenza del Colonnello Andrea Martinengo Comandante del Reparto Operativo Aeronavale di Palermo e del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Catania Colonnello Raffaele d’Angelo, ha fatto una visita a bordo della nuova imbarcazione, dove il personale di bordo gli ha illustrato le particolarità tecniche della nuova piattaforma navale.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*