Seria A/2, la Copral Muri Antichi ingaggia l’attaccante Andrea Tringali

Il neo acquisto della Copral Muri Antichi, Andrea Tringali

La Copral Muri Antichi continua a recitare un ruolo da protagonista nel mercato giocatori. I Muri per la prossima stagione potranno contare sull’apporto di un giocatore di comprovata esperienza, che porta il nome di Andrea Tringali. Classe ’86, scuola Ortigia, Tringali va a rinforzare il pacchetto attaccanti della formazione allenata da Rosario Scorza. Reduce dall’ultima esperienza biennale in serie B, Tringali è pronto a scommettersi in serie A2 per potersi rilanciare e dare un valido contributo alla causa Muri.

“Un altro tassello di qualità arriva dalla grande tradizione Ortigia – afferma il presidente Spinnicchia -. Tringali è un giocatore intelligente che ha avuto sempre grandi allenatori, un attaccante di grande talento, top player per la serie A2. Andrea vuole tornare ad alti livelli e accrescerà in maniera sostanziale la nostra capacità in attacco, inoltre ha mostrato subito grande interesse a sposare la nostra causa e ritroverà in squadra tanti amici e giocatori che stima. Era in cima ai nostri desideri e siamo felici di aver ottenuto il suo si, grazie al grande lavoro svolto dal DS Andrea Scirè. Ci stiamo divertendo e convincendo sempre più della bontà del progetto grazie soprattutto alla carica e all’entusiasmo che ci sta dando Enzo Riggio”.

 “Se la trattativa di Zovko è durata 30 secondi – le parole di Tringaliper la mia ne sono bastati solo 25. Avevo tanta voglia di rimettermi in gioco e avere nuovi stimoli e nuovi obiettivi. Mi trasferirò a Catania e con grande entusiasmo riprenderò a fare l’atleta professionista. Non vedo l’ora di ripartire e mettermi a disposizione del mister. Salire di categoria non sarà facile, ma sono positivo e sono certo sarà un anno pieno di soddisfazioni. Ringrazio il presidente Spinnicchia e il direttore sportivo Scirè per la stima e l’affetto che mi hanno dimostrato”.

“Sono molto felice dell’acquisto di Andrea Tringali – ammette Scirèlo ritengo uno dei migliori talenti che la pallanuoto siciliana abbia sfornato negli ultimi 15 anni. Trattativa velocissima, Andrea aveva voglia di rimettersi in gioco nella categoria che gli compete. Ci ho giocato anche contro è un atleta completo ed evoluto. Negli ultimi anni ha svolto la serie B solo per impegni professionali, ma in A2 può fare la differenza. Anche i ragazzi del roster sono contenti di averlo come compagno e la conoscenza con Camilleri e Zovko può essere solo un fattore in più”.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*