Concerto al Parco di Naxos dell’orchestra giovanile dell’Hillingdon Music Hub

Cinquanta allievi dell’Hillingdon Music Hub di Londra – scuola che ogni anno prepara giovani musicisti per il Conservatorio e le migliori orchestre del Regno Unito – sono in arrivo in Sicilia per un viaggio premio che prevede una mini-tournée di tre concerti, tutti a ingresso gratuito.

Il primo sarà ospitato dal Parco Archeologico Naxos Taormina, giovedì 14 luglio (Teatro della Nike, h. 19.30) in collaborazione con il Comune di Naxos. Seguiranno gli spettacoli di Letojanni il 15 luglio, (Piazza Cagli, h. 19.30) e Acireale domenica 17 luglio, nella Parrocchia dei Santi Cosma e Damiano (ore 20, via provinciale per Santa Maria Ammalati 155).

A dirigere l’orchestra in arrivo in Sicilia, che comprende allievi della Hillingdon School’s Concert Band e della String Sinfonia, sarà il M° Melvyn Care la cui “bacchetta” ha guidato vari ensemble alla Royal Albert Hall e alla Royal Festival Hall di Londra. “Abbiamo accolto con sincero entusiasmo – ha commentato Gabriella Tigano, direttrice del Parco Naxos Taormina – la proposta di ospitare a Naxos la giovane orchestra di Londra che in Sicilia torna a fare musica dal vivo dopo le restrizioni della pandemia. Per loro il fascino del sito archeologico della prima colonia dei Greci in Sicilia e il Teatro della Nike, un palco tra il mare e l’Etna”.

Particolarmente inclusivo il programma della Hillingdon, con un repertorio di musica contemporanea arrangiata per l’orchestra e che include colonne sonore cinematografiche, musical e canzoni pop. Fra questi i brani di “Jersey Boys”, i film di Clint Eastwood sulla storia dei Four Seasons, gruppo rock degli anni Sessanta; e poi gli Abba, i Blues Brothers, Zorba, Chicago e molti altri brani che hanno accompagnato la cinematografia dell’ultimo scorcio del Novecento e sono entrati nella cultura pop.

Gli studenti dell’Hillingdon Music Hub, dal nome del sobborgo di Londra dove ha sede, iniziano a suonare intorno agli 8 anni, vengono inseriti in gruppi junior e crescendo in ensemble sempre più professionali. I migliori allievi proseguono gli studi musicali al Conservatorio e all’Università fino a trovare collocazione nelle orchestre del Regno Unito e all’estero. Il viaggio premio in Sicilia – che include itinerari nelle città d’arte e nelle località di mare – arriva dopo i due anni di pandemia nel corso dei quali i giovani musicisti londinesi hanno continuato a studiare con sessioni settimanali on-line. Oggi, in Sicilia, tornano finalmente a fare musica d’insieme e dal vivo.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*