Il 27 agosto ad Aci Bonaccorsi, per “Teatro in Corte”, Vincenzo Spampinato in “Fioriranno i mandorli sulla luna”

Vincenzo Spampinato

Uno spettacolo open che promette un susseguirsi di situazioni e di racconti alla costante ricerca del lieto fine. Con il titolo suggestivo Fioriranno i mandorli sulla luna, mutuato dal suo omonimo libro pubblicato nel 2020, il cantautore Vincenzo Spampinato chiude sabato 27 agosto alle ore 21 la rassegna Teatro in Corte organizzata dall’Associazione Città Teatro alla Corte di Palazzo Recupero Cutore ad Aci Bonaccorsi. “Ho costruito questo spettacolo come una sorta di hellzapoppin’ ovvero un grande contenitore di sogni e promesse mantenute. E’ uno spettacolo open che, sono sicuro, conquisterà tutto lo spazio scenico e trasporterà il pubblico in quell’anelito di serenità ritrovata che da sempre accompagna il mio sentire“, racconta l’artista.  In scena con il cantautore etneo, in un’armoniosa tessitura di musica, parole e danza ci saranno Teddy Belfiore (pianoforte, tastiere, fisarmonica) e Santo Santonocito (voce recitante) e Maria Grazia Rapisarda (danzatrice). Uno spettacolo a tutto tondo che si ispira al libro di Spampinato dove “si ritorna a parlare di luna, di mare e di nuvole” e che si ispira a quelle “brevi cose scritte” che in fondo sono “fotografie di un antico/nuovo mondo poetico, spettinato a volte dal Photoshop, con un piede su Whatsapp e l’altro sul Novecento”. E così, la Compagnia dei mandorli sulla luna metterà in scena quelle “parole oneste, ossimori casuali, con la voce degli uomini, ma col pensiero e col cuore delle Donne, in una nuova primavera ricca di mandorli, pensati col sole della Terra e cresciuti nell’ombra dolce della luna”.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*