E’ ritornato dopo due anni “Ibla Buskers”, il festival degli artisti di strada più longevo della Sicilia 

Ibla Buskers 2022

Ed è subito festa. Parafrasando una nota poesia del premio Nobel, Quasimodo, Ibla Buskers, al via da ieri sera a Ragusa Ibla, ha già fatto centro. Migliaia di spettatori hanno segnato il ritorno attesissimo, dopo due anni di stop, del festival degli artisti di strada più longevo della Sicilia e che ha portato ben 17 tra compagnie e artisti, provenienti da tutta Europa e dal Sud America. Giocolieri, acrobati, funamboli, musicisti si esibiscono più e più volte all’interno di dieci suggestive location, tra il barocco patrimonio dell’Umanità e piccole piazzette da scoprire o ancora luoghi in parte inediti trasformati per l’occasione in palcoscenico come accade ad esempio nel campo di calcetto dell’impianto di Santa Maria La Nova divenuto luogo magico dove assistere, completamente distesi a terra su dei teli, alle evoluzioni mozzafiato, letteralmente cullati sul trapezio della compagnia “No Panication”. Una performance dove i ritmi si rallentano e gli spettatori diventano parte integrante dello show.  Brio e dinamicità, virtuosismo e spontaneità: è il mix di energia pura che propone invece Juriy Longhi con equlibrismi e giocoleria ai piedi del Duomo di San Giorgio. Tra le attrazioni da non perdere c’è sicuramente il “focus” che Ibla Buskers ha dedicato alle discipline aeree ai giardini iblei dove troviamo, al trapezio, una bambolina e il suo soldatino che cerca disperatamente di salvarla. Sono le emozioni che ci regalano i Red One Duo – Compagnia ROD mentre Chiara Serges, con i suoi movimenti, continua l’oscillazione in volo prima di ballare in aria un tango con Dory/Valeria Cultrera. Divertentissimi gli Appiccicaticci che con il loro teatro d’improvvisazione prendono spunti dal pubblico e creano storie strapparisate. Un mondo strambo di Franxi Natra Clowna è un girl power tra tecnica e comicità e ammalia grandi e piccini così come fanno tutti gli artisti presenti in questa edizione come sempre organizzata dall’associazione Edrisi. Da segnalare la suadente musica dei C.a.f.è che conduce il pubblico in un viaggio tra le note, andando oltreoceano, cantando sulla pampa e ballando a Cuba. Ed ancora il canto sublime di Cico Messina e la sua serenata all’incontrario. Il festival torna questo sabato sera con nuove esibizioni e nuovi numeri e si conclude questa domenica sera con gli spettacoli pomeridiani prima del gran finale dove si esibiranno tutte le compagnie e gli artisti presenti in un fantastico show serale. Sia oggi che domani tornano anche i laboratori per bambini ai giardini iblei e lo spettacolo del pomeriggio con il Circus Follies dedicato alle famiglie.

Per raggiungere il festival è possibile utilizzare il comodo servizio di bus navetta. Il programma completo è sul sito www.iblabuskers.it e sui canali social.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*