Malamovida, esercizio pubblico di via Sangiuliano chiuso dal Questore

Chiusura esercizio pubblico

Nella giornata di ieri, il Questore di Catania ha sospeso per cinque (5) giorni, per motivi di ordine e sicurezza pubblica, ai sensi dell’art. 100 TULPS, un esercizio pubblico di somministrazione di alimenti e bevande, in via Antonino di Sangiuliano. Il provvedimento è scaturito dall’ennesimo intervento da parte delle forze dell’ordine, quest’ultimo verificatosi nella notte tra venerdì e sabato scorso, alle ore 02.30 circa, da personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura e della Polizia Locale, per segnalazione, da parte dei residenti, di disturbo della quiete pubblica, musica ad alto volume, assembramenti di persone sulla pubblica via e diverse auto in sosta vietata, all’altezza dell’esercizio pubblico in argomento e, complessivamente, una grave situazione di turbativa della sicurezza pubblica e di pregiudizio per la circolazione stradale, con intasamento del flusso veicolare tale da rallentare il transito di mezzi di soccorso.

Nell’occasione, gli operatori della Polizia Municipale, verificato che, nonostante l’orario, ben oltre quello stabilito dalle ordinanze sindacali, nel locale veniva diffusa musica ad alto volume, con conseguente assembramento di persone all’esterno, hanno contestato al titolare dell’attività la sanzione amministrativa prevista per la violazione.

Nella circostanza, l’esercizio pubblico, pertanto, è stato, ancora una volta, teatro di un episodio che desta allarme sociale, mettendo in grave pericolo l’ordine e la sicurezza pubblica. Quello della notte scorsa, infatti, è stato l’ennesimo episodio in cui il locale in argomento è stato oggetto delle segnalazioni e delle vibranti rimostranze dei residenti della zona, che segnalano il disordine urbano e i livelli intollerabili di musica, nonché il traffico di mezzi parcheggiati lungo la via di Sangiuliano, in violazione delle norme del Codice della Strada, connessi alla frequentazione del predetto esercizio pubblico.

Numerose segnalazioni, infatti, sono pervenute, soprattutto, nelle ultime settimane, anche attraverso l’applicazione per smartphoneYouPol”, tutte concernenti la richiesta di interventi di Polizia finalizzati ad arginare il fenomeno di disordine pubblico e disturbo della quiete cittadina che si ripete, soprattutto nelle serate di venerdì e sabato nella via di Sangiuliano, a causa dei locali notturni presenti.

Ritenuto, per quanto emerso anche dagli accertamenti effettuati, che l’esercizio dell’attività rappresenti una situazione di oggettivo pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, prevedibilmente suscettibile di aggravamento se ulteriormente tollerata, il Questore ha, dunque, deciso di sospenderne i titoli autorizzativi, decretandone la chiusura, divenuta esecutiva nella serata di ieri con la notifica all’interessato.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*