Arrrestato dalla Polizia, in una villetta di Siracusa, latitante irreperibile dallo scorso Gennaio

Polizia

Stamattina personale della Polizia di Stato, ad esito di complesse ed articolate indagini condotte dalla Squadra Mobile di Catania e coordinate dalla locale D.D.A., ha arrestato Arnaldo Santoro, (cl. 1977), pregiudicato, latitante, resosi irreperibile in data 12.1.2016 nel corso dell’esecuzione di o.c.c.c., emessa in data in data 23 dicembre 2015 dal G.I.P. del Tribunale di Catania, nei confronti di nr. 7 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, nonché reati in materia di armi, con l’aggravante di cui all’art.7 Legge 203/91 per avere commesso il fatto al fine di favorire l’attività dell’associazione mafiosa l’organizzazione mafiosa Santapaola-Ercolano. (operazione “Kiss”).

L’operazione “Kiss” includeva un’attività investigativa condotta dalla Squadra Mobile – Sezione Criminalità Organizzata – con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia, avviata nel mese di maggio 2014 a seguito del sequestro di 260 kg. di sostanza stupefacente del tipo marijuana, nonché di un bilancino di precisione ed attrezzatura per il confezionamento delle dosi, rinvenuti all’interno di un garage di Carmelo Natale Anastasio che, nella circostanza, veniva arrestato.

In alcuni mesi, tra la primavera e l’autunno del 2014 dal contesto delle investigazioni di tipo tecnico emergeva, altresì, che la “piazza di spaccio” era riconducibile alle attività criminali della famiglia “Nizza”, appartenente all’organizzazione mafiosa Santapaola – Ercolano, ed in particolare a quelle della squadra c.d. di “San Cocimo”, storicamente facente riferimento a Maurizio Zuccaro (cl.1961), esponente di spicco della cosca in atto detenuto.
Promotore dell’organizzazione risutava Santoro, elemento di spicco della squadra di “San Cocimo” dell’organizzazione mafiosa Santapaola – Ercolano.

Nella foto l'arresto di Santoro
Nella foto l’arresto di Santoro

La mattina del 12 gennaio scorso, Arnaldo Santoro, si rendeva irreperibile all’esecuzione dell’operazione di polizia. Pertanto gli uomini della Sezione Criminalità Organizzata, sotto il coordinamento della D.D.A. di Catania, avviavano un’intensa ed articolata indagine che consentiva di appurare che il latitante aveva trovato rifugio a Siracusa. E’ stata intrapresa una discreta attività di P.g. di tipo tradizionale che ha permesso di individuare il covo in una villetta a Siracusa, in contrada Arenella. Avuta certezza della presenza del latitante, all’alba di oggi personale della Sezione Criminalità Organizzata – collaborato da uomini della Squadra Mobile di Siracusa, ha effettuato l’intervento nella villetta arrestando il latitante che ha tentato invano la fuga da una finestra laterale della villetta ma è stato bloccato dagli uomini della Polizia. L’arrestato è stato associato nella casa circondariale di Catania – Bicocca.

Il video dell’Operazione che ha portato all’arresto di Santoro

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*