Boxe, Trofeo Etnapolis, professionisti welter successo del siciliano Guttà sull’abruzzese Maurizio, brillante esibizione per Catarina Gallo

Migliaia di persone – fans, simpatizzanti e curiosi della boxe – hanno affollato domenica a Etnapolis la sesta edizione del Trofeo di Pugilato promosso dalla Direzione e organizzato da Pierluigi Tumeo della società sportiva Accademia dello Sport con il patrocinio della FPI, la Federazione Pugilistica Italiana. La sfida dei guantoni è cominciata  con le esibizioni di bambini e bambine dai 7 a 12 anni, dopo si è passati ai match tra dilettanti.

Guttà Il match più atteso, quello tra i Welter professionisti Gaetano Guttà di Catania  e l’abruzzese Amedeo Maurizio, ha dato vita a una performance molto spettacolare e combattuta. Vittoria netta di Gutta’ che con la sua precisione, la continuità e la grinta ha fatto suo il verdetto della sesta edizione del Trofeo di Etnapolis. Spiega Tumeo: “Adesso per Guttà si aprono scenari più importanti dato che con questa vittoria entra di diritto nei big per poter disputare il titolo italiano dei pesi welter. Un torneo che potrebbe avere come scenario proprio questo magnifico di Etnapolis”.

A precederli il match al femminile, tra due atlete Youth 51 kg che hanno fatto  parte della squadra nazionale rosa: la catanese Catarina Gallo (Accademia dello sport – Catania) opposta a Siria Cavallo (Boxe Evolution – Ragusa). Per la Gallo, che fa suo il verdetto, una prestazione ammirata e applaudita dal pubblico del Lungolago. Altro gran bel match quello tra gli elite 69 kg Rosario Torrisi (Boxe e Fitness, Scillichenti) e Vincenzo Grancagnolo (Acireale boxe), conclusosi con la vittoria del secondo.EP, boxe 2016

Il grande pomeriggio di boxe a Etnapolis era cominciato  con i pesi massimi Alessio Spampinato (Primo Round, Mascalucia) e Gianluca Valentino (Boxe e Fitness, Scillichenti) con la vittoria netta del primo.

Successivamente per la categoria 75 kg senior Danilo Franceschini (Accademia dello Sport, Catania) viene superato ai punti da Domenico Terranova (WBC Oliveri, Ramacca). Il terzo  match ha visto opposti gli junior kg 54 Davide Pizzuto (Body Fight, Tremestieri) e Salvatore Palumbo (Primo Round, Mascalucia): pari il verdetto.

Salvatore Cicerone (Schinninà Boxing Team di Ragusa) ha superato ai punti l’acese Giovanni Panebianco (Acireale Boxe). Nel quinto match Andrea Licitra (Schinninà Boxing Team, Ragusa) ha superato ai punti Daniele Cuzzupè (Accademia dello Sport, Catania).

Il sesto match tutto al femminile tra le Youth 51 kg Roberta di Marco (Accademia dello Sport) e Francesca di Fabio (Giordano Boxing, Palermo ) è finito in parità. Ottima prestazione infine per Federica Incognito (Accademia sport da combattimento, Caltagirone) che ha costretto a un fermo da parte dell’arbitro per ferita l’atleta Maddalena Spampinato  (Body Fight, Tremestieri).

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*