Sopralluogo della Commissione comunale alla Mobilità in via Condorelli, migliorare il piano del traffico in zona e recuperare la piccola area verde

Via Condorelli

In  accoglimento  della  petizione  degli  abitanti  del quartiere la commissione comunale alla Mobilità si è recata in sopralluogo in via Giovanna Condorelli. Uno dei principali snodi del territorio perché collega via Due Obelischi con via Fasano. Una scorciatoia che consente ai pendolari di evitare il traffico dei quartieri di Barriera e Canalicchio per raggiungere via Passo Gravina. “Il mutato senso di circolazione,  ovvero l’istituzione del senso unico di marcia da via Due Obelischi fino a via Laurana, causato dalla creazione e apposizione di stalli di sosta per auto disabili, ha recato problemi e disagi a non finire al flusso veicolare della  zona– afferma il presidente della commissione alla Viabilità Giuseppe Castiglione– in queste condizioni anche per i pedoni è molto difficile attraversare la zona a piedi perché la segnaletica orizzontale è quasi completamente cancellata ed i furti dei tombini hanno provocato pericolose voragini solo in parte segnalate dai new jersey”.

Tombini rubati

Nel corso dell’incontro, a cui hanno preso parte anche il consigliere Musumeci e il consigliere Zappalà, sono state ascoltate tutte le proposte e le richieste dei componenti della commissione alla Mobilità. Il consigliere Giuseppe Catalano ha rimarcato la necessità di rivalutare l’area e renderla più a misura di bambino cominciando con un’azione di pulizia e vigilanza del vicino parco. Uno spazio dedicato ai più piccoli che versa in condizioni disastrose a causa dei continui raid vandalici che hanno distrutto l’arredo urbano e trasformato le aiuole in pattumiere a cielo aperto. Sulla stessa lunghezza d’onda anche i consiglieri Lanfranco Zappalà e Carmelo Sofia che hanno ribadito come nell’incrocio tra via Freri e via Condorelli le auto parcheggiate non consentono una perfetta visuale della strada e la presenza di un fitto fogliame copre gran parte della segnaletica verticale. Se a questo si aggiunge anche le strisce pedonali semicancellate, la scarsa illuminazione e il mancato rispetto del limite di velocità ecco che il quadro della situazione diventa completo.

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*