Al “Marcello Perracchio” di Ragusa il 24 Novembre “I Grandi Maestri”, con Enrico Guarneri, regia di Turi Giordano

Una scena de "I Grandi Maestri" con Enrico Guarneri

Un excursus liberamente ispirato a “Il canto del cigno di Cechov. Ma con l’obiettivo di presentare alcune tra le scene più interessanti del teatro d’ogni tempo che permetteranno ai personaggi di raccontarsi utilizzando le parole di grandi drammaturghi come Pirandello, Verga, De Filippo e Fava. E’ questo il leit motiv dello spettacolo “I Grandi Maestri”, primo appuntamento con “Teatro in Primo Piano” in programma sabato 24 Novembre, a partire dalle 21, al “Marcello Perracchio” (ex Quasimodo) di Ragusa. La stagione promossa dall’associazione Progetto Teatrando prende il via con un personaggio conosciutissimo dal grande pubblico per le sue performance cabarettistiche. Ma stavolta, Enrico Guarneri, perché è di lui che stiamo parlando, celebre in Sicilia con il nome della sua maschera più famosa, quella di Litterio, intende dare vita, diretto da Turi Giordano, a una straordinaria prova d’attore.

Enrico Guarneri

Partecipano anche Vincenzo Volo e Alessandra Falci. Erede di una tradizione che da Musco arriva fino a Turi Ferro, Guarneri si propone, stavolta, in un autentico “one man show”. Un modo di essere, di ridere e di commuovere. Non solo una terra (la “nostra” terra) ma pure una vasta e onnicomprensiva letteratura. Una filosofia di vita. Un Amore. Si ride, naturalmente. E molto. Grazie alle strepitose invenzioni sceniche che hanno reso amatissimo (anche su scala nazionale) l’attore siciliano che meglio riesce a rappresentare oggi il nostro territorio. Il “plot” narrativo è assai semplice, ma assai gustoso: l’attore che non riesce a ritrovare la strada del prossimo allestimento. E l’incontro con i geni della “sicilianità” immortale. Va da sé che si tratti di un mero espediente drammaturgico per consentire alla bravura indiscussa di Guarneri di animare una densissima serata di teatro e comicità allo stato puro. Una fantastica occasione, soprattutto, per vedere e rivedere Enrico Guarneri alle prese con il meglio della sua bravura e della sua simpatia: i monologhi da cabaret classico, le scenette esilaranti stile “avanspettacolo”, i brani densi di lirismo tratti dal meglio della nostra poesia. La stagione, con il supporto di Interspar e Bapr, prende dunque il via con un appuntamento tutto da seguire. Il botteghino è aperto il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 16 alle 18 al teatro Perracchio in via Fieramosca. Per informazioni 338.1011688 oppure visitare la pagina Facebook “Teatro in primo piano”. Da aggiungere che ci sarà la possibilità di partecipare a due spettacoli fuori abbonamento al Teatro Abc di Catania. In particolare, il 6 Aprile Massimo Ranieri proporrà Il Gabbiano di Anton Cechov mentre il 25 Maggio sarà in scena Silvio Orlando con “Si nota all’imbrunire”, testo e regia di Lucia Calamaro.

di Michele Minnicino 20315 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*