Arturo Brachetti in Sicilia con il suo one man show “Solo” a Catania e Palermo

Arriva Arturo Brachetti, la leggenda del trasformismo, che porta in scena per la quarta stagione consecutiva il suo one man show SOLO, the Legend of quick change, finora applaudito da oltre 350.000 spettatori in Europa.

In Sicilia sono in programma due tappe: da venerdì 22 a domenica 24 novembre 2019 a CATANIA al Teatro Metropolitan e dal 28 febbraio al 8 marzo 2020 a PALERMO al Teatro Al Massimo.

Brachetti, che nel 2019 festeggia 40 anni di successi internazionali, ancora una volta lascia il pubblico a bocca aperta. In SOLO apre le porte della sua casa, fatta di ricordi e di fantasie; una casa senza luogo e senza tempo, in cui il sopra diventa il sotto e le scale si scendono per salire.

Dentro ciascuno di noi esiste una casa come questa, dove ognuna delle stanze narra un aspetto diverso del nostro essere e gli oggetti della vita quotidiana prendono vita, conducendoci in mondi straordinari dove il solo limite è la fantasia. È una casa segreta, senza presente, passato e futuro, in cui conserviamo i sogni e i desideri… Brachetti schiude la porta di ogni camera, per scoprire la storia che è contenuta e che prende vita sul palcoscenico.

Reale e surreale, verità e finzione, magia e realtà: tutto è possibile insieme a Brachetti che porta nei teatri un varietà surrealista e funambolico, in cui immergersi lasciando a casa la razionalità.

Nello spettacolo protagonista è il trasformismo, quell’arte che lo ha reso celebre in tutto il mondo e lo ha consacrato come una vera e propria leggenda, e che qui la farà da padrone con oltre 60 personaggi, molti creati appositamente per questo spettacolo. Ma in SOLO Brachetti propone anche un viaggio nella sua storia artistica, attraverso le altre affascinanti discipline in cui eccelle: grandi classici come le ombre cinesi, il mimo e la chapeaugraphie, e sorprendenti novità come il poetico sand painting e il magnetico raggio laser. Il mix tra scenografia tradizionale e videomapping, permette di enfatizzare i particolari e coinvolgere gli spettatori nello show.

Dai personaggi delle serie tv più amate a Magritte e ai grandi miti della musica pop, passando per le favole e la lotta con i raggi laser in stile Matrix, Brachetti tiene il ritmo sul palco: 90 minuti di vero spettacolo pensato per tutti, a partire dalle famiglie. Lo spettacolo è un vero e proprio as-SOLO di uno degli artisti italiani più amati nel mondo, che sale sul palcoscenico con entusiasmo per stupire il pubblico il suo lavoro più completo: SOLO.

ARTURO BRACHETTI. Famoso e acclamato in tutto il mondo, Brachetti è il grande maestro mondiale del quick-change, quel trasformismo che lui stesso ha riportato in auge, reinventandolo in chiave contemporanea. La sua carriera comincia a Parigi, al Paradis Latin, nel 1979: da qui in poi la sua carriera è inarrestabile, in un crescendo continuo che lo ha affermato come uno dei pochi artisti italiani di livello internazionale, con una solida notorietà al di fuori del nostro paese. Si è esibito ai quattro angoli del pianeta, in diverse lingue e in centinaia di teatri. Il suo precedente one man show L’uomo dai mille volti è stato visto da oltre 2.000.000 di spettatori. Le sue performance dalla velocità straordinaria sono inserite nel Guinness Book of Records.

Regista di tutti gli spettacoli teatrali di Aldo, Giovanni e Giacomo, Arturo Brachetti è un artista a 360° noto in tutto il mondo per la sua capacità di portare in scena gli elementi tipici del DNA italiano: qualità, amore per “il bello”, gusto e, soprattutto, fantasia.

www.brachetti.com

Arturo Brachetti è su Facebok, Instagram, Twitter e YouTube
————————-

SOLO. The Legend of quick change.

Di e con Arturo Brachetti

CATANIA: Teatro Metropolitan da venerdì 22 a domenica 24 novembre 2019

PALERMO: Teatro Al Massimo da venerdì 28 febbraio a domenica 8 marzo 2020

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*