Strade e marciapiedi, nel quartiere Borgo-Sanzio, invasi da erbacce, rifiuti e sterpaglie

Sterpaglie a largo Mendola

Ormai da tempo, sono molte le segnalazioni dei residenti del quartiere Borgo-Sanzio sulla scarsa manutenzione ordinaria del verde in particolare il servizio di scerbamento, ovvero la rimozione di tutte le erbacce e cespugli infestanti spontanee che crescono in modo selvaggio ai margini delle strade, dei marciapiedi e larghi. E’ emergenza sulle strade cittadine, in particolare in Via G. Macchi, Viale. A. Fleming, Via Valdisavoia, Via S. Paola, Via Muscatello, Via T. Alessi, Largo C. Mendola, Via C. e N. Rosselli, Via E. D’Angiò, Via C. Finocchiaro, Via C. Ruggero ed altre vie, la natura sta così prendendo il sopravvento, come una giungla che avanza impietosa, sempre più folta, sempre più alta. Le strade, in particolare i marciapiedi, sono impraticabili, invasi in molti tratti da erbacce, cespugli  e sterpaglie, regalano effetti più suggestivi: vegetazione amazzonica, erba altissima, rifiuti e qualche insetto poco amichevole rappresentano oramai una consuetudine per i residenti. Interviene la presidente del Comitato, Angela Cerri: “Non si capisce cosa impedisca di tagliare l’erba che invade i marciapiedi. Auspichiamo che si intervenga immediatamente, prima di ritrovarsi in una vera e propria giungla. Tutto questo non da certo una bella immagine al Quartiere Borgo-Sanzio. La trascuratezza nella manutenzione stradale, come al solito addebitabile ai tagli dei fondi delle amministrazioni proprietarie delle strade, non permette i tagli periodici e necessari dell’erba. Cosa aspettano i nostri amministratori ad intervenire? La situazione è imbarazzante, è un pullulare di piante che sbalzano sui marciapiedi, una vera e propria giungla. Di certo, urgono interventi. Il degrado dovuto alle erbe infestanti, con rifiuti di qualsiasi genere, è sotto agli occhi di molti, anche al di fuori del quartiere in questione. Non esiste un programma di manutenzione ordinaria costante ma solo interventi passati sporadici. Ogni angolo della città, ogni marciapiede, ogni strada, ogni siepe ed ogni aiuola, risultano totalmente abbandonate a se stesse, prive di manutenzione. Chiediamo a chi di dovere di attivare in tempi brevi un pronto intervento. Tutto ciò al fine di garantire ai cittadini un quartiere più pulito e decoroso nei mesi più caldi, periodo in cui le erbacce causano disagi ai cittadini”.

di Michele Minnicino 20302 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*