Coppa Italia, il Catania elimina al “Massimino” l’Hellas Verona per 2-0, in rete Silvestri e Marotta, prossimo avversario il Sassuolo

La rete del 2-0 di Marotta

Un Catania determinato, rabbioso dopo le ultime vicende extra calcistiche relative a B e ripescaggi, ha eliminato stasera al “Massimino” un timido Hellas Verona, battendolo per 2-0.

I rossazzurri, soprattutto nei primi 45′ hanno dimostrato di essere davvero una formazione da serie B, con schemi veloci, spettacolo e due reti che hanno messo in ginocchio un Verona troppo macchinoso in avanti. Tra gli etnei buona la prestazione di Manneh, Marotta, Ciancio, Silvestri e dei soliti Lodi e Biagianti.

Rossazzurri di Sottil in vantaggio al 33′ con Silvestri, bravo a infilare sotto la traversa un pallone messo in mezzo da Manneh e bucato dal reparto arretrato dei veneti e poi raddoppio al 41’ con Marotta, all’esordio in una gara ufficiale col Catania, ben servito da Lodi e che in acrobazia ha battutoTozzo. Primo tempo chiusosi sul 2-0 per i padroni di casa.

Nella ripresa il Verona cercava di reagire ma il Catania sfiorava il tris con un diagonale di Barisic. Ospiti pericolosi poi con un tiro di Hendersoni alzato oltre la traversa da Pisseri, poi entrava per il Verona anche Pazzini ma il risultato non mutata e dopo 4′ di recupero il Catania (che faceva entrare anche Curiale, Angiulli e Calapai) chiudeva l’incontro con la vittoria, qualificandosi al quarto turno di Coppa Italia, nel quale affronteranno in trasferta a Dicembre il Sassuolo di De Zerbi che oggi ha eliminato la Ternana.

Di Maurizio Sesto Giordano 518 Articoli
Giornalista con esperienza trentennale nella carta stampata, ha collaborato per oltre venti anni col “Giornale di Sicilia”. Cronista e critico teatrale, da anni collaboratore dell’associazione Dramma.it, cofondatore nel 2005 del quotidiano di informazione www.cronacaoggi.it. Esperto in gestione contenuti, editing, video, comunicazione digitale e newmedia, editoria cartacea, consulenza artistica, teatrale e sportiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*