Serie A2, la Copral Muri Antichi sconfitta 9-7 dal Padova in gara 1 dei Play Out

Termina con una sconfitta gara-1 di finale play-out per la Copral Muri Antichi con tanto amaro in bocca per come è avvenuta. Dopo un inizio a spron battuto da parte dei ragazzi di Puliafito, bravi a condurre nel primo parziale con il risultato di 3-0, il Padova è tornato a macinare gioco e intensità riportandosi sul 5 pari al termine del secondo parziale.

La tensione è palpabile e le due squadre continuano a battagliare e a giocare per vincere. Il 7-7 di fine terzo parziale apre le danze ad un quarto parziale tutto da vivere. È qui che qualcosa va come non deve andare. Decisioni arbitrali alquanto discutibili (quattro falli da espulsione per i Muri Antichi contro le zero del Padova), oltre ad alcune espulsioni per proteste hanno di fatto condizionato una partita a discapito di entrambe le squadre che hanno onorato un pomeriggio di sport.

Il Plebiscito riesce a vincere la partita con il risultato di 9-7 portando a casa gara-1. I Muri Antichi potevano provare a chiuderla prima dopo un grandissimo inizio di personalità, ma troppi errori sotto porta hanno permesso ai veneti di rifarsi sotto e di riaprirla dopo poco. Adesso testa a gara-2 di sabato 15 giugno a Catania per riaprire il discorso salvezza e giocarsi il tutto per tutto nella bella.

“C’è tanta delusione – ammette Spinnicchia – avevamo tutto dalla nostra, velocità ritmo e gioco. Qualche nostro errore ha permesso al Padova di prendere fiducia poi nel quarto periodo è iniziato lo show della coppia arbitrale, che non ha saputo gestire una gara dal peso specifico non indifferente dimostrandosi inadeguati per gare come queste. È stato sgradevole per entrambe le formazioni. Preparerò un dossier su tutto ciò che è accaduto oggi, con la speranza di non trovare più arbitri inadeguati. Adesso siamo sicuri di vincere a Catania e di ribaltare tutto per poi provarci ancora una volta qui a Padova”.

“Oggi è stata una situazione surreale – dichiara Puliafito – nel quarto parziale hanno deciso di non farci giocare. Sembrava una corrida. Non voglio più pensare alla gara di oggi, dobbiamo subito ripartire, trasformare la delusione in cattiveria agonistica, sabato riempiamo la piscina di Nesima per questa battaglia per vincere contro tutto e tutti. Oggi comunque non abbiamo perso soltanto per le decisioni arbitrali, potevamo fare sicuramente di meglio e faremo in modo di non commettere gli stessi errori nella prossima decisiva gara-2”.

PLEBISCITO PADOVA-COPRAL MURI ANTICHI 9-7

PLEBISCITO PADOVA: Calabresi, Segala, Tosato, Chiodo 1, Savio 3, Barbato, Gottardo, Robusto 1, Zanovello 1, Destro, Rolla, Leonardi, Tomasella 3. All. Martinovic.

COPRAL MURI ANTICHI: Ruggieri, Carchiolo 1, Nicolosi V., Zovko 1, Gluhaic 3, Aiello, Arancio, Belfiore, Leonardi, Paratore, Muscuso, Calarco 2, Nicolosi F.. All. Puliafito.

Arbitri: Polimeni e Navarra.

Note. Parziali: 0-3, 5-2, 2-2, 2-0. Usciti per limite di falli Sanovello (P) nel terzo tempo e Zovko (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Padova 4/13 e Muri Antichi 3/10 + un rigore. Espulsi Savio (P) e Paratore (M) per proteste e Gottardo (P) per gioco scorretto nel terzo tempo. Spettatori 150 circa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*