Cani e padroni, la musica classica fa bene ad entrambi

Il cane si rilassa con la musica classica

Calmare i cani con la musica classica. E’ il risultato di una ricerca dell’Università di Belfast (GB), condotta su 50 cani ai quali sono stati fatti sentire diversi tipi di musica. Ebbene i brani di “heavy metal” li innervosivano, mentre la musica classica aveva un effetto calmante. In sostanza gli amici dell’uomo reagiscono come l’uomo stesso agli effetti dei suoni, aumentando il grado di aggressività per quelli “indigesti” e tranquillizzandosi con quelli morbidi. Da tempo la musica viene utilizzata nelle terapie perchè rassicura, rasserena, risveglia abitudini, attiva l’espressione di emozioni, facilita l’attenzione e la coordinazione dei movimenti.

E’ noto l’uso stimolante della musica, infatti, ogni esercito aveva la sua banda musicale o semplicemente dei tamburini che precedevano i reggimenti. Un invito quindi a tutti coloro che hanno un cane “nervoso”: un bel brano di Mozart, acquieta il cane e fa bene anche al “padrone” diminuendo la pressione sanguigna sistolica, quella responsabile dei problemi al cuore, come dimostra una ricerca pubblicata su Acta Cardiologica.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*