Firmato a Catania protocollo d’intesa “Duca degli Abruzzi-Grimaldi-Its”

Firma Protocollo del dott. Grimaldi e della dirigente Morsellino

Creare una forte intesa tra il mondo del lavoro e quello della scuola. E’ questo l’obiettivo del protocollo firmato lo scorso 2 Marzo, nell’aula magna dell’Istituto statale di istruzione superiore “Duca degli Abruzzi” a Catania, tra la dirigente del Politecnico del Mare Brigida Morsellino, il presidente della Fondazione I.T.S. Mobilità Sostenibile Trasporti di Catania Domenico Nicotra e il Dottor Giudo Grimaldi direttore commerciale Short Sea Grimaldi Lines. Presenti all’appuntamento l’assessore alla Pubblica Istruzione Valentina Scialfa, l’assessore ai Lavori Pubblici Luigi Bosco e tante altre autorità civili, militari e sociali. Tra il pubblico, anche il dirigente dell’istituto Nautico di Palermo Litrico.

L’accordo firmato prevede un’ attività di reciproca collaborazione nell’ambito della formazione relativa al settore navale, portuale, logistico e industriale. “Si tratta del futuro di migliaia di ragazzi che in questo modo potranno inserirsi più facilmente nel mondo del lavoro una volta finito il loro percorso didattico -dichiara la dirigente dell’istituto Brigida Morsellino-. L’inizio di un percorso che li porterà a trovare un precisa collocazione nelle aziende di questo settore. Tra la nostra scuola, le istituzioni e la Grimaldi Lines nasce un “trade union” che servirà a creare personale qualificato ed un tipo di eccellenza nel settore nautico che darà lustro all’intera città”. Supporto organizzativo alle esperienze di alternanza scuola-lavoro. Sfide necessarie per formare i futuri comandanti del domani.

“Dal mare bisogna tirare fuori l’eccellenza– ribadisce il presidente dell’ I.T.S. Domenico Nicotra- con gli imprenditori disposti ad investire su questi ragazzi si può creare un percorso dove il mare può essere vissuto per l’intero anno e non solo durante il periodo estivo”. “La scuola riesce a dare molte opportunità ma sono i ragazzi i veri protagonisti per proprio futuro– dice l’ammiraglio Nunzio Martello- studiare, impegnarsi e lavorare sodo sono le qualità necessarie per costruirsi il proprio destino ed affrontare le responsabilità della vita”. Percorsi formativi per la formazione di grandi professionalità spendibili nel mercato del lavoro che nascono con la collaborazione dell’amministrazione comunale.

“Lavoriamo con la convinzione di riempire la scuola di prospettive, obiettivi e giuste ambizioni– dichiara l’assessore alla Pubblica Istruzione Valentina Scialfa- questi ragazzi possono raggiungere i propri scopi con un processo ambizioso e formativo. Competenza e serietà per raggiungere elevati gradi di eccellenza”. Catania la perla del Mediterraneo e trampolino di lancio per lo sviluppo nautico dell’intero Paese. Ne è consapevole la Grimaldi Lines. L’azienda con un personale diretto di circa 12.000 unità ed altre 60.000 legate all’indotto.

Gli intervenuti alla firma del Protocollo
Gli intervenuti alla firma del Protocollo

“Il legame che unisce la mia famiglia a questa città è fortissimo ed ha radici che risalgono al 2005 quando fu creata la linea tra Catania e Genova– sottolinea il dottor Giudo Grimaldi, direttore commerciale “Short Sea Grimaldi Lines”- investimenti sociali ed imprenditoriale possono dare grandi risultati. Mio nonno ci ha insegnato a sviluppare una grande umanità che oggi è uno dei nostri biglietti da visita e rappresenta un esempio per le giovani generazioni”. A fine evento è stata scoperta la targa con cui viene ufficialmente intitolato il laboratorio di navigazione e simulazione al dottor Guido Grimaldi fondatore e presidente dell’omonimo gruppo armatoriale.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*