Al Centro Zo di Catania il 5 e 6 aprile in scena “Un amore di famiglia” di Salvo Gennuso

Nella foto le due interpreti

Nuovo appuntamento il 5 e 6 Aprile, alle ore 21, per la rassegna “Altrescene” nella fitta programmazione multidisciplinare del Centro Zo di Catania. La Compagnia Statale 114 presenta la sua ultima produzione “Un amore di famiglia”, drammaturgia e regia di Salvo Gennuso, con la interpretazione di Elaine Bonsangue e Roberta Raciti. Collaborano alla messa in scena Sade Patti (aiuto regia) Segolene Le Contellec (regia Luci), direttore tecnico Aldo Ciulla, oggetti di scena Salvo Pappalardo, foto di Gianluigi Primaverile.

Uno spettacolo sul femminile, sulla famiglia, sul suo fallimento e sul valore del sangue. Ma anche uno spettacolo sullo sguardo e sulla responsabilità d’essere attori e spettatori. Due donne, chiuse in una solitudine che opprime, si scoprono una nello sguardo dell’altra e fatti fuori tutti gli elementi del maschile, finiscono per amarsi, sulla scena; non per provocazione, ma per evidenza e necessità.

E da famiglia, amore, e sesso, si finisce col parlare di “sconfinamento”, di abbandono di un territorio. Perchè ogni territorio abitato è una storia. Ma…abbiamo tutti un territorio e la possibilità di sconfinare da quel territorio? Le storie d’amore sono un fatto privato, ma l’amore fra due donne, forse l’amore in generale, è un fatto pubblico che ci interroga sui motivi del suo esplodere e territorializzarsi e si genera nel suo farsi paesaggio e confine.

“Altrescene” continuerà il 22 Aprile con “Nino” di Tino Caspanello, con Cinzia Muscolino, Compagnia Pubblico Incanto.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*