Serie B, Amatori Catania supera 44-7 al “Paolone” il Napoli Afragola e blinda il secondo posto, Cus battuto dall’Arechi

Mischia Amatori-Napoli Afragola (Ph. Mariagrazia Schiros)

Con un secondo tempo travolgente l’Amatori Catania di Ezio Vittorio e Giuseppe Costantino ha battuto ieri pomeriggio al “Benito Paolone” per 44-7 il Napoli Afragola, nell’odierma giornata del torneo di B. Sconfitta in trasferta invece per 26-12 del Cus Catania superato dall’Arechi.

L’affollata tribuna del “Paolone” (Ph. Mariagrazia Schiros)

L’Amatori Catania ha battuto in maniera netta Napoli Afragola ipotecando la seconda piazza in classifica, gradino principale per i play off Serie A. Davanti ad un “Paolone” affollato di sostenitori  gli uomini di Vittorio e Costantino hanno superato un avversario tosto, soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa è stato, però, un monologo Amatori con bel gioco, velocità e potenza del pacchetto di mischia. In evidenza tra i biancorossi Bognanni, Graziano Camino e Arrigo, tutti e tre autori di due mete a testa. Vittoria poi assicurata dalla meta iniziale di Palmieri e da calci precisi di Loader e Borina.

Primo tempo 14-7 per i padroni di casa e secondi 40′ nettamente a favore dell’Amatori Catania con ben cinque mete realizzate con un risultato finale di 44-7. Amatori Catania che ha vinto quindi  con bonus una partita determinante per la stagione e guarda adesso con grande fiducia e speranza al possibile ritorno in Serie A. Domenica prossima per i biancorossi trasferta a Frascati.

Sconfitta infine per il già salvo Cus Catania, battuto dall’Arechi in trasferta per 26-12. Universitari nel prossimo turno impegnati alla “Cittadella” con l’Avezzano.

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*