Drink e Cinema, “Dimondi” di Federico Mastellari, titolare della Drink Factory Scuola per barman di Bologna

Federico Mastellari, titolare della Drink Factory Scuola per barman di Bologna

Continua il viaggio alla scoperta della creatività nel mondo dei drink capace di travalicare qualsiasi confine geografico, mentale e tematico. Drink ispirati a un amore, a una emozione, ma anche a un oggetto, ai luoghi del cuore e a un film amato.

Abbiamo chiesto ad alcuni dei migliori barman e barlady di individuare un proprio, personale, film del cuore dal quale prendere spunto per realizzare una “bevanda” del tutto originale.

DRINK: DIMONDI
BARMAN: Federico Mastellari, titolare della Drink Factory Scuola per barman di Bologna

INGREDIENTI:

50 ml whisky Bowmore 8yo
20 ml succo di limone fresco
10 ml succo di mandarino fresco
20 ml sciroppo di caldarroste e miele

Bicchiere: coppetta
Garnish: Twist di limone e caldarrosta

PREPARAZIONE:

Per lo sciroppo sciogliere 2 cucchiai di miele in 250 ml di sciroppo di zucchero, frullarvi 2-3 caldarroste con un minipimer e filtrare il tutto con una sacca tipo “superbag” o un filtro in tessuto. Shakerare tutti gli ingredienti in uno shaker colmo di ghiaccio e filtrare in una coppetta cocktail precedentemente raffreddata. Decorare con una caldarrosta. 

ISPIRAZIONE:

Dimondi” in dialetto bolognese significa ‘moltissimo’ e si usa per raccontare qualcosa di grande, come questo drink, che ha il sapore e il profumo delle immancabili caldarroste che si possono trovare e gustare d’inverno sotto i portici di Bologna. Il tutto grazie al whisky scozzese Bowmore 8 anni, single malt della Beam Suntory, distribuito in Italia da Stock Spirits, proveniente dalla più antica distilleria dell’Isola di Islay. Secco e vellutato, caratterizzato dalle tipiche note di salsedine e torba.

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*