Guardia di Finanza, cambio al vertice delle compagnie di Catania e del Pronto impiego

L'insediamento a Catania

Al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania si sono insediati i nuovi comandanti della locale Compagnia, il Ten. Antonio Di Fratta e della Compagnia Pronto Impiego, il Ten. Salvatore Manzitto.  Accolti dal Comandante Provinciale, Col. Raffaele d’Angelo, i due Ufficiali sostituiscono il Cap. Teo Sordillo, che dopo tre anni di intensa e proficua permanenza nella Provincia etnea è stato trasferito alla Compagnia di Giulianova, in Abruzzo.

Il Ten. Di Fratta, campano di 28 anni, dopo aver terminato il quinquennio formativo presso l’Accademia della Guardia di Finanza, ha prestato servizio presso il Gruppo Pronto Impiego di Roma, dove ha maturato importanti esperienze professionali in materia di ordine e sicurezza pubblica. Sarà ora impegnato nel delicato compito di gestire i molteplici aspetti demandati ad un Reparto territoriale della Guardia di Finanza in sede di capoluogo, dalle indagini di Polizia Giudiziaria alle attività di ispezione e controllo in materia tributaria.

Il Ten. Manzitto, quarantaquattrenne originario della Provincia di Siracusa, nel corso dei suoi 25 anni di servizio ha ricoperto diversi incarichi alle sedi di Reggio Calabria, Roma, Milano. Dopo aver vestito il grado di Ufficiale, è stato impegnato presso il Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Nuoro. Nel nuovo incarico alla sede di Catania dovrà coordinare i Baschi Verdi etnei, Reparto specializzato del Corpo per le attività di mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, spesso impegnato in ambito interforze.

Il Comandante Provinciale ha dato il benvenuto ai nuovi arrivati, i quali hanno assicurato il massimo impegno personale e dei propri uomini nell’assolvimento degli impegnativi compiti istituzionali demandati alle Fiamme Gialle.

di Michele Minnicino 20302 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*