SpettacoloTeatro

Va in scena a Sala Verga, giovedì 21 marzo alle ore 20,45 (con repliche fino al 24 marzo) nell’ambito della Stagione del Teatro Stabile di Catania, “Salveremo il mondo prima dell’alba”, uno spettacolo di Carrozzeria Orfeo, drammaturgia Gabriele Di Luca, regia Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Alessandro Tedeschi. Uno spettacolo molto atteso.

Carrozzeria Orfeo è una compagnia nata nel 2007 da Massimiliano Setti, Gabriele Di Luca e Luisa Supino (di cui erano autori, registi e interpreti). Negli anni hanno vinto moltissimi premi: Premio Hystrio per la drammaturgia nel 2011, Premio Nazionale della Critica nel 2012 come migliore compagnia, Premio SIAE alla Creatività nel 2013, Premio Hystrio nel 2015, Premio le Maschere del Teatro Italiano nel 2019.

“Di noi dicono che siamo popolari, profondi, divertenti e irriverenti, crudi e fortemente poetici – dichiarano – . Nel nostro lavoro abbiamo deciso di stare su quel fragile confine dove, all’improvviso, tutto può inevitabilmente risolversi o precipitare, provando a fotografare un’umanità socialmente instabile, carica di nevrosi e debolezze, attraverso un occhio sempre divertito e innamorato dei personaggi che raccontiamo”.

Salveremo il mondo prima dell’alba è il racconto della vita di alcuni ospiti di una clinica di riabilitazione di lusso situata su un satellite nello spazio, nuova meta turistica dei super ricchi, specializzata nella cura delle dipendenze contemporanee (sessuali, affettive, da lavoro, da psicofarmaci). Sono tutti vittime di queste e del proprio egoismo, prodotti di un mondo dove parole come comunità e gentilezza sono quasi del tutto bandite se non per essere strumentalizzate a fini propagandistici e commerciali.

Scheda

SALVEREMO IL MONDO PRIMA DELL’ALBA

uno spettacolo di Carrozzeria Orfeo

Regia Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Alessandro Tedeschi

Consulenza filosofica Andrea Colamedici – TLON

Musiche originali Massimiliano Setti

Scenografia e luci Lucio Diana

Costumi Stefania Cempini

Illustrazione locandina Federico Bassi e Giacomo Trivellini

Una coproduzione Marche Teatro, Teatro dell’Elfo, Teatro Nazionale di Genova, Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini

In collaborazione con Centro di Residenza dell’Emilia-Romagna “L’arboreto – Teatro Dimora| La Corte Ospitale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post