Confcommercio Sicilia traccia un bilancio del 2015 a Catania

Il presidente Pietro Agen

CATANIA – Passato il Natale ed a pochi giorni dall’arrivo del 2016 è buona abitudine dare uno sguardo all’anno appena trascorso e sperare che il nuovo anno porti una ventata di novità e soprattutto dei miglioramenti per tutti noi e per la nostra società. A tracciare un bilancio del 2015 a Catania ed a parlare delle prospettive per il prossimo anno è il presidente di Confcommercio Sicilia Pietro Agen.

“Al di là dell’aspetto positivo del Natale e delle feste natalizie, – dichiara Pietro Agen, presidente Confcommercio Sicilia – tenendo conto che c’è un leggero miglioramento ed una ripresa, non possiamo sicuramente dire che per Catania il 2015 è stato un bell’anno. Questa città, infatti, da tutti i punti di vista dà la sensazione di essere addormentata, non ho visto, infatti, un salto di qualità in nessuno dei settori: né alla lotta all’abusivismo, né al rispetto dell’ambiente, né del ripristino della legalità. C’è una città che dorme, sonnolenta e che aspetta uno sviluppo che non c’è. L’Amministrazione comunale si è rivelata una grande delusione, all’Aeroporto di Catania nell’anno dell’Expo diminuiscono i passeggeri e lo scalo etneo diventa un simbolo, dato che il turismo in Sicilia si fa essenzialmente per via aerea. Da quello che i dati ci dicono nella graduatoria degli aeroporti d’Italia c’è da preoccuparsi”.

Il Municipio di Catania
Il Municipio di Catania

“In definitiva – conclude Agen -è l’insieme che non funziona. Abbiamo infatti un sistema Sicilia ed un sistema Catania che non funzionano. Ad inizio anno bisogna sperare che le cose cambino e che una nuova ventata politica spazzi via quello che c’è di vecchio, ma se mi chiedete se ci credo vi rispondo che ci spero, ma non ci credo”.
M.G.

di Maurizio Sesto Giordano 670 Articles
Giornalista con esperienza trentennale nella carta stampata, ha collaborato per oltre venticinque anni col “Giornale di Sicilia”. Cronista e critico teatrale, da anni collaboratore dell’associazione Dramma.it, cofondatore nel 2005 del quotidiano di informazione www.cronacaoggiquotidiano.it. Esperto in gestione contenuti, editing, video, comunicazione digitale e newmedia, editoria cartacea, consulenza artistica, teatrale e sportiva.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*